Nomi Femminili

Rebecca: significato del nome, curiosità e 4 pietre portafortuna

Rebecca è un nome il cui significato può essere tradotto in legame oppure laccio. Di origine ebraica, nel nostro Paese Rebecca è un nome che ha addirittura raggiunto la classifica dei “20 nomi più utilizzati nel 2008”. Vediamo alcune informazioni su Rebecca. Nei paragrafi sottostanti vi sono notizie attinenti al nome nella religione (vedendo gli onomasitici), la frequenza di Rebecca e non solo.

Rebecca nella religione

Durante l’anno il nome Rebecca viene celebrato per onomastico in due date diverse, i giorni rispettivi sono il 30 agosto e il 23 settembre. Tuttavia viene sempre fatto riferimento a S. Rebecca (sposa biblica).

È comune il nome Rebecca

Non siamo certi sul numero di persone che in Italia si chiamano Rebecca, tuttavia sono poche migliaia. Alcune varianti straniere di questo nome sono Rebéca (in spagnolo), Rebekah (in inglese) e Rebekka (in tedesco). Abbiamo comunque visto che alcuni anni fa (nel 2008) Rebecca era più usato di oggi. Adesso passiamo alle qualità personali della persona che ha il nome di oggi.

Qualità della persona che si chiama Rebecca

Per alcuni il nome Rebecca può non suonare così bene, ed essere quindi un po’ pungente. Tuttavia le persone che hanno questo nome in genere sono passionali, dolci e socievoli. Ottima nell’ambiente lavorativo, specie quando si tratta di essere astuti. Inoltre è anche molto altruista, affabile e un’amante eccellente.

Curiosità sul nome Rebecca

Rebecca viene associata al colore blu, quindi al colore dell’oceano, alcune pietre preziose e non solo. Si tratta comunque di un nome famoso, basta pensare al film diretto da Alfred Hitchcock “Rebecca – La prima moglie” (1940). Sempre nel mondo del cinema ma spostandosi su tempi molto più odierni, possiamo ricordare l’attrice britannica Rebecca Hall. Un altro bellissimo volto del cinema è Rebecca Ferguson, attrice svedese.

La persona che porta questo nome come totem portafortuna ha la colomba a seguirla.

4 pietre portafortuna per la persona che si chiama Rebecca

Le quattro pietre portafortuna per Rebecca sono scelte in base al colore portafortuna che è il blu.

  • Topazio blu. Il topazio blu è una pietra costosa e molto impiegata per uso ornamentale. Ma è anche un alleata in cristalloterapia in quanto minerale. Facilita la connessione con il divino, ma è anche un anti stress e pietra adatta per lenire la sedentarietà.
  • Acquamarina. Un’altra pietra che ha un buon valore economico (ma non come il topazio) è l’acquamarina. Anche questa è apprezzata per il campo della cristalloterapia, ecco come. È rilassante e comune da sfruttare per la meditazione. La persona acquisisce più sicurezza. Rende meno negativi e più inclini a viaggiare di pensiero.
  • Lapislazzuli. Gola infiammata e tosse possono essere trattati in cristalloterapia attraverso alcune pietre, proprio come può avvenire con il lapislazzuli. Utile per lavorare sui chakra (quinto e sesto). In più pare possa essere un buon mezzo per essere più espansivi e sicuri delle proprie idee.
  • Tanzanite. La tanzanite è perfetta per trattare alcuni disturbi della sfera emotiva. È nota in caso di ansia e stress. Può anche promuovere l’appetito. Un altro uso della tanzanite è riconducibile al sistema immunitario, ovvero ne aumenta le difese.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento