Nomi Femminili

Mia: significato del nome, curiosità e 5 pietre portafortuna

Mia è un nome molto breve, semplice da pronunciare e facile da ricordare. Le sue origini sono ebraiche ed è secondo gli esperti la variante di Maria. Il significato di questo nome può essere “amata”, “signora”, “afflitta” etc. Non possiamo certo dire che Mia sia un nome che in Italia lo portano in molte e forse proprio per questo sta diventando negli ultimi anni molto più apprezzato. Infatti in poche persone portano questo nome femminile e tanti genitori lo scelgono per non cadere sempre nelle stesse scelte. Ecco quello che c’è da sapere su Mia, dal suo significato nella religione fino ad arrivare alle più importanti pietre portafortuna. 

Mia nella religione

Certamente il nome “Mia” non compare nella religione, almeno che non si faccia riferimento a Maria. In tal caso si, nello specifico è il 12 settembre l’onomastico per la persona che si chiama Maria. Maria è la vergine nonché madre di Gesù, quindi nella religione cristiana detiente un ruolo di grande importanza.

È comune il nome Mia

Il nome Mia è utilizzato in molti Paesi, in Italia tuttavia se pur presente raggiunge le poche migliaia. C’è da dire che è considerato un nome nuovo e quindi in crescita, sempre per quanto riguarda il Belpaese. Maria invece (da cui nasce il nome Mia) supera i 3 milioni di omonimi.

Qualità della persona che si chiama Mia

Mia può essere una persona ingenua, ma resta comunque una mente brillante e dotata di grande iniziativa. Non sembra mancare il talento e la creatività alle persone che portano questo nome. Riescono spesso ad eccellere nei rami artistici, quelli dove ci vuole appunto una grande voglia di mettersi in gioco e testare al fine di trovare la propria strada. E queste bisogna dirlo, non sono certo qualità che mancano alla persona che porta il nome di Mia!

Curiosità sul nome Mia

Mia è associata alla colomba, questo è infatti il suo animale portafortuna. Per quanto riguarda Maria invece, è importante sapere si tratta di uno dei nomi più usati sul pianeta.

Come detto precedentemente Maria è la madre di Gesù, pertanto nella religione cristiana si tratta di un personaggio chiave. Proseguendo con alcune curiosità sul nome Mia ecco cosa ricordiamo.

Pare che nel 2016 il nome Mia, appartenesse alla lista dei 30 nomi nuovi più diffusi nel nostro Paese.

Mia (come qualunque nome) è riconducibile ai colori. Nel suo caso è il bianco quello da tenere in considerazione. Quest’ultimo a sua volta lo si può collegare al settore della mineralogia. Infatti nel mondo ci sono tante pietre bianche e sono proprio queste quelle che portano fortuna alla donna, la ragazza o la bambina che si chiama Mia. Le gemme si possono utilizzare per uso ornamentale come in cristalloterapia, vale a dire una pratica dove i minerali trovano uso per portare benefici a corpo, mente e spirito. Nell’ultimo paragrafo vediamo le pietre portafortuna per Mia.

5 pietre portafortuna per Mia

Queste sono alcune delle pietre portafortuna per la persona che si chiama Mia. Si trovano la giada bianca, il noto cristallo di rocca, il quarzo latteo e altri ancora.

  • Giada bianca. Una pietra di ottimo aspetto è perfetta per l’uso ornamentale. Viene utilizzata per stimolare l’equilibrio (questo inerente tra corpo e spirito). E’ considerata una gemma portafortuna, inoltre è utile per allontanare le negatività. In meditazione è spesso suggerita per aiutare.
  • Cristallo di rocca. Famoso, bello ma allo stesso tempo molto comune. Il cristallo di rocca è un alleato (in cristalloterapia) contro il mal di denti e il mal di testa. Ha un effetto disintossicante se impiegato per ottenere l’elisir di rocca! Questo comunque se abbinato a un adeguato regime alimentare. La pietra è usata in caso di febbre e stress.
  • Quarzo latteo. Per uso ornamentale è assolutamente consigliata visto il suo aspetto e la sua colorazione. La gemma qui presente prende anche il nome di “quarzo neve”. Usato in cristalloterapia con una certa frequenza, permette al corpo di assorbire meglio i minerali, nello specifico il calcio. Ha un’azione antinfiammatoria ed è tonico per la mente.
  • Pietra di luna. Di un aspetto così accattivante che un qualunque gioiello con questa pietra incastonata non passa di certo inosservato. La pietra di luna infatti è un po’ cara, ma è sicuramente un buon investimento dal punto di vista ornamentale. Mentre per la cristalloterapia ecco per cosa viene suggerita. Contrastare l’ansia, l’insonnia, regola il ciclo mestruale, portafortuna etc.
  • Selenite. Favorisce la meditazione ed è utile come anti-stress. La selenite può essere scambiata (da occhi inesperti) per il cristallo di rocca, tuttavia quest’ultimo lo si può trovare anche trasparent, mentre la selenite rimane su colorazioni opache. In più è anche molto delicata e tende a sfaldarsi se tenuta molto tra le mani. Gli esperti della cristalloterapia la usano per le proiezioni astrali, ovvero per facilitarne il raggiungimento.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento