Nomi Maschili

Enrico: significato del nome, curiosità e 7 pietre portafortuna

Il nome Enrico deriva dalla lingua tedesca (Heimrich). Vuol dire “possente in patria” o semplicemente “potente”, ancora “dominatore nella sua patria”. Sono abbastanza comuni anche le versioni femminili Enrica e Enrichetta. L’onomastico è il 13 luglio, per onorare Sant’Enrico II, conosciuto anche come Enrico lo zoppo, il re di Germania. Le versioni femminili sono festeggiate il 15 giugno in ricordo di Enrichetta Aymer de la Chevalière, Parigi, la quale è ricordata per aver istituito le Zelatrici del Sacro Cuore. L’ultimo paragrafo dell’articolo è dedicato alle pietre portafortuna per Enrico.

E’ comune il nome Enrico?

In Italia il nome Enrico è molto comune. Si pensi che circa 210.000 persone si chiamano così. Enrica ed Enrichetta, associate ad altre varianti, sono circa 100.000. E’ uno tra i primi 100 nomi più comuni in Italia.

Esistono diverse varianti. C’è Errico, Arrigo e Anrico. Per le femmine invece, Rica. Se guardiamo fuori dai confini italiani, troviamo Enrique in spagnolo, Henri in francese e inglese, Heinrich in tedesco e Henrick in svedese e ungherese. Per le femmine invece, in Olanda c’è Hendrina, in Norvegia Henrike e in Svezia Henrika o Rika.

Enrico secondo i grafici Istat

Il grafico qui sotto vi mostra dei dati ufficiali sulla frequenza di utilizzo del nome Enrico. Sono dati che arrivano direttamente dalle statistiche dell’Istat. Perciò se desiderate avere qualche informazione in più su quanto è stato apprezzato il nome Enrico negli ultimi anni, questo è il paragrafo giusto per voi.

Il grafico è semplice da leggere. Ci sono due linee, una rossa e una blu. La linea rossa indica la posizione ricoperta nell’elenco di nomi più popolari, anno dopo anno. La linea blu invece quanti bambini sono stati chiamati Enrico in un anno. Passando il cursore sopra le linee potete ottenere i dati precisi.

Qualità della persona che si chiama Enrico

Enrico, così come tutte le varianti femminili e maschili, è considerato una persona molto forte e sicuro delle proprie potenzialità. Non ha paura di lanciarsi in nuove avventure e di scoprire cose nuove. E’ desideroso di intraprendere strade non battute. E’ una persona di cuore anche se a livello superficiale può delle volte apparire agli occhi altrui come arrogante e caparbio.

Pietre portafortuna per Enrico

La principale pietra portafortuna per Enrico è la bellissima ametista, un quarzo molto comune e apprezzato tanto in cristalloterapia. L’ametista è una pietra che affina molto l’intuito e aiuta a vedere oltre le situazioni, andare oltre il banale. Enrico è particolarmente affine a tutte le pietre viola. Potete quindi usare la ciaroite, la lepidolite, la tanzanite, la sugilite, la morganite, l’ametrino e la kunzite. Vediamole un attimo nel dettaglio. Sono scelte in base ai colori fortunati, viola e rosa.

  • Ciaroite: insegna a lasciar andare ciò che appartiene al passato e basta. Aiuta a prendere decisioni importanti in poco tempo.
  • Lepidolite:è un ottimo amuleto di protezione. Tiene lontane le influenze esterne. Invita alla riflessione senza paralizzarsi.
  • Tanzanite: insegna a vedere quelle strade alternative che non avremo mai preso in considerazione. Infonde energia e nuova forza vitale.
  • Sugilite: rafforza gli ideali, senza scendere a compromessi. Aiuta a superare i vecchi rancori.
  • Morganite: riequilibria a livello energetico il corpo. Lavora soprattutto sul piano spirituale, per trovare la serenità interiore.
  • Kunzite: insegna a non giudicare sempre gli altri, a criticarli. Ma piuttosto a prendere atto di pregi e difetti e apprezzare la persona per i primi.

Voto all'articolo: 1 Stella2 Stelle3 Stelle4 Stelle5 Stelle (Nessun voto ancora)
Loading...

Lascia un commento